schermata2019-02-14alle21.16.47

Un ringraziamento speciale a

bcccaravaggioecremascomaiuscolominuscolo2righe
logo-home
logo-crforma-1
fondazioneisp
logo8xmilleitajpeg
cardio running completo logo.jpeg
logo1
img0242
senza-titolo-1

Fatto con              |   Copyright 2021   |    La Casa di Ale, via Brescia 62 - 26013 Crema   |   339 7520820

IBAN IT37C0844157240000000190225   |   C. F. 91036480191

STORIA

 

lacasadiale1blocco

2012

La casa di via dei Carmelitani

La Casa di Ale nasce alle porte di Crema in questa villetta anni 60. L'associazione inizialmente ospitava solo una donna in difficoltà. Man mano sono arrivate sempre più donne in cerca di aiuto. Dopo la prima accoglienza, la Casa di Ale si propone di affiancarle e sostenerle in un percorso finalizzato all’autonomia: inserimento lavorativo

e conseguente indipendenza economica.

fotoblocco2lacasadiale

2015

La casa di via Toffetti

Le prime 7 ospiti hanno lasciato l’accoglienza perché al termine del loro percorso, hanno realizzato il loro progetto di vita. Le richieste d’aiuto erano comunque sempre in aumento, pertanto è nata la necessità di avere un'abitazione più grande! Nel 2015 è iniziato il grande esodo delle donne profughe, con o senza bambini. La Casa di Ale ha ritenuto di dover accogliere anche queste donne ed è stata così sottoscritta, una convenzione con la Prefettura di Cremona.

2bdsf7047

2021

        La casa di via Brescia

In questo anno si è concluso il progetto "Accoglienza donne immigrate con o senza bambini" avviato nel 2015. Questo progetto ha dato supporto e speranza a oltre 50 donne e 20 bambini. La Casa di Ale, in epoca post Covid, ha ritenuto di fondamentale importanza avviare nuovi progetti di aiuto verso le donne in difficoltà, presenti nel territorio cremasco. La sede si è trasferita in via Brescia, 62. Location già sede del laboratorio di Sartoria. 

I NOSTRI PROGETTI

 

Sportelli multiprofessionali per persone che stanno vivendo un momento di difficoltà per un malessere o un problema personale, familiare o di relazione.


Telefonando al n. 391 4549948 o al n. 339 7520820, è possibile chiedere di incontrare uno dei seguenti Professionisti:

 

- Dott.ssa Beatrice Bernardi: psicologa, psicoterapeuta;

- Avv. Fabrizia Sinigaglia:  legale;

- Dott.ssa Santina Sesti: medico di base;
- Dott.ssa Cecilia Bonazzetti: medico infettivologo;
- Dott.ssa Paola Freddi: farmacista, esperta in medicina Alternativa (omeopatia, fitoterapia, Fiori di Bach e del Bush);

- Elia Nigroni: assistente sociale.

 

 

"LE BOTTEGHE DEI DIRITTI"

 

Progetto co-finanziato dalla Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona 

 

Continuazione e ampliamento del progetto

Le botteghe dei Diritti”, nato per sostenere e favorire i diritti delle persone: donne vittime di violenza e/o persone che stanno attraversando una problematica situazione personale, familiare o socio-economica, estende il proprio intervento e sostegno alle persone LGBTQI+ ed alle loro famiglie.

 

Per un 1° colloquio è possibile contattare il Servizio telefonando, o lasciando un messaggio WhatsApp, al n. 3914549948 oppure inviando una mail al seguente indirizzo: lacasadialeonlus@gmail.com

 

"LA CASA DEI DIRITTI"

 

Progetto finanziato dalla CHIESA VALDESE

VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?


facebook
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder